Il processo di valutazione costituisce il momento essenziale sia dell’attività didattico formativa che di quella progettuale organizzativa. Esso riguarda gli alunni ma anche il sistema scolastico in generale ed è inteso come accertamento sistematico di tutti i processi che la scuola attua per:
§         migliorare l’efficacia dell’attività didattica e del servizio
§         migliorare la comunicazione tra i vari protagonisti (docenti, alunni genitori)
§         attuare la trasparenza dei processi e delle relazioni
§         creare un clima di condivisione degli impegni, risultati e responsabilità
§         progettare interventi di integrazione in itinere e in uscita
La scuola ha attivato un “percorso di qualità” all’interno del quale si inserisce un’indagine di soddisfazione dell’utenza mediante questionari che sono stati proposti ai genitori, agli alunni, ai docenti e al personale ATA.
 
VALUTAZIONE ALUNNI
Il processo della valutazione si realizza attraverso:
a)    La valutazione sommativa, che consiste in:
§         verifiche scritte organizzate in prove strutturate, semistrutturate e a struttura libera
§         verifiche orali
§         verifiche tecnico-pratiche
§         interrogazioni
b)    La valutazione formativa, che consiste in:
§         osservazioni sistematiche sul processo di apprendimento in relazione alle modalità di impegno, attenzione, partecipazione
§         metodo di lavoro
§         stili di apprendimento
§         raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento disciplinare
§         raggiungimento di obiettivi comportamentali: socializzazione
I mezzi e gli strumenti di valutazione degli alunni sono: osservazioni sistematiche, prove oggettive (questionari, test, ecc.), interrogazioni, temi, problemi, lavori di gruppo, colloqui, esercitazioni pratiche, attività ludiche.
Ai sensi del D.M. n.137 dell’1/9/2008 e della Legge di conversione n.169 del 30/10/2008 e delle circolari applicative la valutazione del rendimento scolastico e del comportamento degli alunni è effettuata mediante l’attribuzione di un voto numerico in decimi.
 
VALUTAZIONE DEL SISTEMA SCOLASTICO
La valutazione del sistema scolastico avviene mediante:
a)    Autovalutazione d’Istituto (modalità interne), in cui vengono indagati:
§         l’azione organizzativa
§         la qualità dei progetti
§         rapporti con l’utenza
§         i bisogni formativi
§         la soddisfazione dell’utenza
 
Per l’autovalutazione si utilizzano: inchieste, questionari, chek-list, focus-group, report autovalutativi in relazione a progetti ed attività.
 
PROCESSI DI MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’ DEL SERVIZIO
 
Dall’anno scolastico 2004-2005 la scuola ha avviato un percorso di autoanalisi per definire, attraverso l’accertamento, l’analisi e la valutazione di dati reali relativi ai processi e ai risultati, un percorso di crescita e di miglioramento della qualità del servizio offerto.
L’elaborazione di criteri condivisi di qualità, la conoscenza analitica della situazione e la consapevolezza dei punti di forza e di criticità costituiscono i presupposti per l’individuazione e l’elaborazione di efficaci strategie di sviluppo e miglioramento.
Fra gli strumenti utilizzati per rilevare il livello di soddisfazione e le proposte orientate ad azioni di miglioramento rientrano i questionari di customer satisfaction rivolti a genitori, alunni e docenti e i questionari, proposti a docenti e alunni, per il monitoraggio e la valutazione delle attività opzionali, progettuali e di recupero effettuate nell’ambito del POF
I dati raccolti, elaborati e rappresentati graficamente per una comunicazione efficace, sono stati oggetto di valutazione, di riflessione e confronto.
Di essi la scuola ha tenuto conto per individuare le priorità e le strategie di miglioramento dell’offerta formativa e della qualità del servizio scolastico,
rispondendo non solo alle esigenze pedagogico-didattiche, ma anche a quelle istituzionali, sociali e culturali del territorio.