Note storiche

Gaio Plinio Cecilio Secondo,  nato a Como, nel 61 e morto a Nicomedia nel  113 (Nicomedia è il nome con il quale è stata maggiormente conosciuta nell'antichità la città turca corrispondente all'attuale Izmit. Sorge sull’omonimo golfo...), è stato uno scrittore latino e senatore romano, detto Plinio il Giovane per distinguerlo dall'omonimo zio Plinio il Vecchio
Gaio  nacque  da una famiglia di rango equestre molto ricca. Suo padre morì quando lui era ancora bambino e Plinio fu affidato ad un amico di famiglia, Virgilio Rufo. In seguito venne adottato dallo zio, Plinio il Vecchio, fratello di sua madre.. Studiò a Roma alla scuola di Quintiliano e del retore greco Nicete Sacerdote. Fu oratore e la sua carriera ebbe l’apice sotto l’imperatore Traiano che lo nominò suo legato in Bitinia.
Nel 79 assistette all'eruzione del Vesuvio dal lato opposto del Golfo di Napoli ,da Miseno ed ebbe tempo e modo di descriverla in due lettere a Placido. Stiamo parlando di duemila anni or sono e  della distruzione di Pompei  che allora contava 20.000 abitanti. Furono distrutte anche Ercolano,Oplonti (oggi torre Annunziata )ed altri paesi limitrofi. Pensate quale ecatombe. Lo zio Plinio il Vecchio ne rimase vittima.