A A A
Sei in: La storia »Nuova normativa rilascio certificati
13
MAR
2012

Nuova normativa rilascio certificati

Ministero dell’ Istruzione,dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale Per Il Lazio
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “GAIO CECILIO SECONDO”
Via dell’Aeroporto 115 – 00175 ROMA
Tel./Fax 067615957 – email RMMM041007@istruzione.it – ceciliosecondo@pec.it
Codice fiscale 80220430583
 
                                                                                             
                        Ai Docenti
Al Personale A.T.A.
Ai Genitori
 Albo
 Atti
 Sito Web
 
Oggetto: normativa sul rilascio dei certificati – Legge 183/2011 (Finanziaria 2012)
 
 
            Si porta a conoscenza del personale, degli alunni e dei genitori degli alunni che, dal 1° gennaio 2012, a seguito dell’entrata in vigore della Legge 183/2011 (Finanziaria 2012) sono stati aboliti i certificati fra amministrazioni pubbliche ed è stata modificata la normativa sul rilascio dei certificati:
 
Legge 12/11/2011 n. 183 Art. 15
Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47.”
            Questa disposizione obbliga il cittadino all’uso dell’autocertificazione, finora solo facoltativo.
            La pubblica amministrazione ed i gestori di servizio pubblico possono accettare solo dichiarazioni sostitutive delle certificazioni e sono tenuti ad acquisire d'ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni, previa indicazione – da parte dell'interessato – degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti.
            Con la nuova normativa la pubblica amministrazione rilascia solo i certificati destinati ai privati, che in quanto tali sono da sempre soggetti all’imposta di bollo da € 14,62. Pertanto non si tratta di un nuovo costo, in quanto i certificati esenti dal bollo erano solo quelli che non possono essere più emessi, cioè quelli destinati alle altre pubbliche amministrazioni e ai gestori di pubblico servizio (A.S.L., Ente Poste, ENEL, Trenitalia, gestori telefonici, ecc.).
 
            Sulle certificazioni prodotte da questa Istituzione scolastica, pertanto, sarà sempre apposta, a pena di nullità, la seguente dicitura:
 
“Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi (art. 40, comma 2 DPR 445/2000, come modificato dall’art. 15 della Legge 183/2011”.
             
 
                           F.to          IL DIRIGENTE SCOLASTICO
                                                        (Dott.ssa Flora BEGGIATO)